martedì 23 novembre 2010

ITALYintheBLOGSPHERE/part2

continuo a postare un po di link ... grazie ovviamente a chi mette a disposizione di ascoltare chi non ne ha la possibilità..

ART DECO' - Because the movie is on (12'' 1985 Art Retro Ideas [ARI 1201])
gli Art Decò erano un gruppo italo-disco, di Mestre composto da: Claudio Valente (Voice), Stefano Montefusco (Drums), Marco Todesco (Keyboards), Sandro Spanio (Bass),Paolo Sisto (Guitar) che realizzano oltre a questo, altri due singoli per poi sciogliersi e dedicarsi ad altri progetti (Circle, Radiofiera ecc). Sebbene non sia interessato ad occuparmi anche di italo-disco (ci vorrebbe uno spazio a parte..) questo singolo è tinteggiato fortemente da new-wave ultra danzereccia, synthpop elegante, poca maranza...

SATAN 81 - radioattività (7'' 1981 City [C 6423])
Oscuro gruppo da un singolo e via, i Satan 81 da Milano, con quella copertina così Devoluzionata e un suono troppo scarso pure per essere catalogato punk! in realtà è uno dei miei dischi preferiti, per il testo, involontariamente demenziale, e il sound ingenuo. Da ascoltare assolutissimamente.

FLO & ANDREW - take suicide (12'' 1981 broadbean [BB1])
broadbean distribuita dall'etichette LM, ecco a voi questa bizzarria tutta italiana, anzi bolognese, di minimal-synth malato, accozzaglia di tintinnii elettronici e voci deturpate dai macchinari. Forse 'Japanese Girls' è la meno dissonante e industriale della terna di canzoni elettriche. L'italia musicalmente a questo punto non ha nulla da invidiare alle altre nazioni...

LAS'S CRIME - inanitas (tape 1987 house terity production)
altra musica sinthetica, stavolta però i Lord Arthur Saville's Crime ci deliziano con la loro dark-wave arricchita da ritmiche sperimentali quasi tecno-ebm, veloci forti, midi, cyberpunk, apocalittici, sound francese...non ricordo più di dove sono, probabilmente toscani.

MONUMENTS - age (mlp 1984 discordie [DSD 001 4 84])
per finire vi sparo l'EP dei Monuments di Torino, formatisi nell 81 con: Andrea Costa (vocals, synthesizer), Mauro Tavella (synthesizer, programming), Marino Paire (vocals, synthesizer, programming). Nell'84 il loro primo (e unico) vinile sotto la Discordie etichetta di Alberto Campo (Rockerilla's journalist) che produce oltre a questo, solamente il secondo Ep dei Deafear (sempre torinesi). Questo EP è uno dei miei preferiti, grande stile, si passa dalla cavalcata di teutonic beats di 'S.A.L.T.', alla romantica glacialità di 'Oblivion', ballated neue italiesche welle 'Herz Von Samt' a momenti di darkwave riflessiva...grande produzione soprattutto ascoltando la versione demo di certi pezzi...
ed ecco una pic esplicativa del decadentismo disco dei monuments

1 commento:

  1. http://www.youtube.com/watch?v=28FGdhYaV9o

    clip "postumo" su pezzo dei mitici Endless Nostalgia

    RispondiElimina