giovedì 25 novembre 2010

ITALIAteknoERA

questi due ep che vi riporto, rappresentano la post-new-wave, quando mezze combriccole wave si fanno trasportare e ammaliare dai suoni della nuova danza: la techno.
Slava Trudù è un progetto costrutto/futurista, caporeggiate dal fumettista Igort, realizzano sotto l'ala di Dieter Meier (Yello) diverse produzioni dall'accattivante suono futurista. 'Nutbush City Limits' è il secondo disco del 1991, una ballata techno/costruttivista, un mix tra l'electro più ghetto e la dance-rock ricercata (consolidated, tackhead, cop shot cop), la b-side è un pomposo pezzo electro-funkeggiante e in effetti i punti di contatto con la tecno Yelloiana sono abbastanza..
Qua trovate un post con diverse info e il primo ep 'Melodico Moscovita' (1987 mercury contiene 6 tracce tra cui la prima versione di CosmobNautyka Melòdia) oppure visitate il myspace.
Eccolo.

i L.I.N. invece sono un gruppo che si forma nel 1991 a Preganziol (TV) ed esordiscono con questo dodici pollici con tre pezzi e in contemporanea con un video 'When the Reality Was Very Different' (incentrato sui frattali). Dal retro copertina ho pensato..questi sono i Cabaret Voltaire del triveneto...bhè può essere...il disco è pesantemente influenzato dalle ritmiche dell'euro body music, dalla new-beat belga e da una estetica cyberpunk. Appena l'ho visto non ci ho pensato due volte a prenderlo su...e dopo averlo ascoltato ne sono stato contento..trovate sul loro myspace un po più di informazioni..
intanto ascoltatevi questo
Eccolo!

da notare sulla lineup:
HS308 : VOCALS and NOISES
DAVIDLOOP: COPUTERS PROGRAMMING!!!!! (straordinario!)

Nessun commento:

Posta un commento